CARMEN

da uno studio su “Carmen” di Prosper Merimé

Di e con: Silvia Priori
Regia: Kuniaki Ida
Musiche: Georges Bizet
Scene: Luigi Bello
Costumi: Sartoria Bianchi Milano
Light Designer: Roberto Gerbolès
Direttore tecnico: Antonello Ruzzini
Ballerina Flamenco: Maria Rosaria Mottola
Soprano: Caterina Piva
Orchestra: Ottoni Brassband 96
Direttore d’ orchestra: Gianmario Bonino

La storia di Carmen è la storia di un femminicidio più che mai attuale e che tocca tragicamente i cuori di tutti noi.
Carmen rompe con ogni schema culturale e sociale, è una donna che, fedele al suo sentire, rincorre la libertà ad ogni costo con estremo coraggio, sprezzante del pericolo e conservando fino alla fine dignità e fierezza. In Carmen si possono intravvedere tante donne di oggi che combattono per la loro dignità e libertà e che troppo spesso sono vittime di barbarie.
Carmen è un amore gitano che nasce, cresce e muore in cuori ardenti ed impetuosi e che tocca i vertici più alti della drammaticità. In un mondo fatto di zingari, di osti e di contrabbandieri.
Carmen è un personaggio possibile, non è uno stereotipo di donna, ma una persona conscia della propria sensualità traboccante, della propria personalità, e sarà la prima donna protagonista che dirà al pubblico “Carmen libera è nata, e libera morrà”.

Scheda Tecnica • Presentazione • Musiche • Gallery Fotografica • Rassegna Stampa

Video Promo • Video Integrale 

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi